× Home Aree di intervento Adolescenza Ansia e attacchi di panico Coppia Crescita personale Depressione e disturbi dell'umore Disabilità e BES Disturbi di personalità Famiglia Genitorialità Psicologia, Psicoterapia e Psicoanalisi Progetti Gruppi di condivisione e sostegno psicologico per adolescenti Incontri di intervisione TiAscolto - Servizio di Ascolto e Consulenza Psicologica Collaborazioni News


,  

Può la terapia psicologica o la psicoterapia cambiare il cervello??

Articolo a cura del Dott. Goro Mirco

Può la terapia psicologica o la psicoterapia cambiare il cervello??

La risposta a questa domanda propende sempre più per il SI.

Erik Kandel (neurologo, psichiatra, neuroscienziato, premio Nobel per la medicina), e molti suoi colleghi, affermano che la psicoterapia non è solo un efficace trattamento psicologico, in grado di produrre degli importanti cambiamenti nella sfera psichica delle persone (mutamenti persistenti negli atteggiamenti, nelle abitudini e nel comportamento conscio e inconscio), è anche maggiormente efficace producendo alterazione dell’espressione dei geni che producono mutamenti strutturali nel cervello e, più precisamente, dei cambiamenti nell’attività funzionale di alcune aree del cervello (Kandel 1998, 1999; Siegel 1999).

In poche parole il cervello si modifica, plasmando connessioni neurali, al fine di esprimere un cambiamento nell’individuo. Accanto a studi di questo tipo, per mezzo di strumenti di indagine quali PEC e fMRI (tecniche di visualizzazione in vivo del cervello), vi sono studi che hanno mostrato una correlazione tra psicoterapia disturbo specifica (ad esempio, soggetti con disturbo ossessivo compulsivo) e cambiamenti in alcuni parametri biologici (Paquette-Lévesque-Mensour et al. 2003).

Questi dati danno pongono delle importanti riflessioni in sede di salute mentale, di investimenti di risorse e strutturazione dei trattamenti terapeutici. Purtroppo le istituzioni non sembrano recepire l’importanza di adeguateterapie psicologiche, sia nella programmazzione in termini di salute pubblica che nella cura della salute mentale, con una ormai dimostrata riduzione dei costi a lungo termine per i contribuenti.

Ad ogni modo, i cambiamenti promossi dalla terapia psicologica o psicoterapeutica, portano ad una modificazione strutturale delle connessioni neurali che correlano con un miglioramento significativo dei sintomi e della qualità della vita dei soggetti affetti da disturbi mentali.

Negli studi in cui si sono confrontati i cambiamenti neurobiologici indotti da un trattamento psicologico e quelli prodotti da una terapia farmacologia è emerso che la psicoterapia e il farmaco sono entrambi efficaci nella cura delle diverse patologie psichiche. In poche parole, sono entrambe in grado di indurre un significativo miglioramento clinico nei soggetti in questione (Baxter, Schwartz et al. 1992).

Riferimenti:

Baxter, Schwartz et al., (1992), “Caudate glucose metabolic rate changes with both drug and behavior therapy for obsessive-compulsive disorder”, in Archives of general Psychiatry, 49, pp. 681-689.

Kandel E.R., (1998), “A new intellectual framework for psychiatry”, in American journal of Psychiatry, 155, pp. 457-469.

Kandel E.R., (1999), “Biology and the future of psychoanalysis”, in American journal of Psychiatry, 156, pp. 505-524.

Siegel D.J., (1999), The developing mind: toward a neurobiology of interpersonal experience, Guilford, New York.


psicoterapia e plasticità


Prenota contatto

Dove ci trovi

Contattaci

Dott. Mirco Goro: +39 3475486076

Dott.ssa Serena Russini: +39 3287478390